Fidiapharma group

CONSIGLI

04/11/2020

INFIAMMAZIONE E DOLORE AL POLSO DOPO LA PALESTRA, UN PROBLEMA DA NON SOTTOVALUTARE

infiammazione polso
Dolore al polso persistente, rigidità dell’articolazione, schiocchi e crepitii, talvolta anche gonfiore e arrossamento. L’infiammazione del polso è un problema molto comune per chi frequenta la palestra, non soltanto per gli appassionati di pesistica e di body building.

In realtà, qualunque attività coinvolga il polso in sforzi intensi o in carichi pesanti può mettere a dura prova la stabilità e la salute di questa articolazione: per esempio flessioni, sollevamenti, sport da combattimento che comportano traumi da prese e/o pugni, come kickboxing o judo.

Tendini sotto stress

Lesioni dei legamenti, distorsioni, lussazioni e soprattutto tendiniti sono gli infortuni più comuni quando si sovraccaricano troppo i polsi, si sottopongono a ripetizioni di movimenti che coinvolgono mani e dita, o si hanno posture scorrette nell’esecuzione degli esercizi e dei movimenti tecnici.

La tendinite al polso, per esempio, è un classico disturbo che coinvolge le articolazioni degli sportivi. A seconda dell’intensità dell’infiammazione al tendine può causare dolore a riposo, dopo un allenamento, o anche durante.

Inoltre, in alcuni casi l’infiammazione può coinvolgere anche la guaina in cui scorrono i tendini, come nella tendinite di De Quervain, che causa dolore al polso dal lato e alla base del pollice e che rende difficili i movimenti del dito.

Polsi salvi in allenamento

Un workout in sicurezza deve prevedere esercizi specifici di riscaldamento e stretching anche per i polsi e per rinforzare la muscolatura di avambracci e braccia.

La postura corretta è un altro elemento importante per evitare lesioni. È opportuno farsi aiutare, quindi, da allenatori o trainer a verificare se si sta caricando il polso in modo corretto.

Può essere molto utile anche indossare una protezione per i polsi, che alleggerisce il lavoro dell’articolazione. Chi fa pesi può utilizzare le polsiere con gancio in metallo, che aiutano a distribuire lo sforzo su spalle e braccia.

Infine, è necessario sospendere gli allenamenti che coinvolgono il polso se è presente un’infiammazione. In questo caso è bene mettere il ghiaccio sulla parte dolorante e, se serve, applicare localmente un antinfiammatorio non steroideo, come per esempio una pomata a base di diclofenac sodico. Se il dolore non passa si deve consultare un medico.

I booster per le articolazioni degli sportivi

Come rinforzare le articolazioni? Oltre a seguire i consigli per un allenamento in sicurezza, si può dare un aiuto alle strutture del polso con gli integratori giusti.


TendiJoint Forte è studiato per mantenere la funzionalità dei tendini e preservare elasticità e resistenza. Contiene alcuni costituenti naturali del tessuto tendineo, collagene di tipo I e mucopolisaccaricadi, arricchiti con manganese e nutrienti antiossidanti (vitamina C e Pycnogenol®, un estratto secco di Pino Marittimo).


Per eliminare i sintomi dello stress articolare, CartiJoint Forte apporta invece sostanze preziose per la salute delle cartilagini articolari, glucosamina e condroitina, oltre alla Bio-curcumin BCM-95®, un estratto di Curcuma Longa che protegge le cellule dall’ossidazione.


CartiJoint D 1000, infine, ha un’azione benefica su ossa, muscoli e articolazioni, grazie a una formula che associa calcio, vitamina D e vitamina C a glucosamina e condroitina.

Health
Products
Website

Scopri tutti i prodotti Fidia e come utilizzarli:
Vai al sito



FARMACOVIGILANZA


Fidia Farmaceutici offre un modulo dedicato alla Farmaco-Vigilanza per la segnalazione tempestiva di sospette reazioni avverse. Se sospetti di aver avuto un una reazione avversa durante l’assunzione di uno dei nostri prodotti o ne hai riscontrato dei difetti
CLICCA QUI

Aree Strategiche

L'impegno costante di Fidia è nella ricerca e sviluppo di nuove opportunità, con nuovi prodotti e piattaforme tecnologiche che consolidano la leadership dell'Azienda in aree terapeutiche quali

- la salute articolare
- l'oftalmologia
- la riparazione tissutale
- le neuroscienze
- la medicina estetica