Fidiapharma group

Consigli

04/12/2019

DOLORI ALLE ARTICOLAZIONI DOPO AVER SCIATO

dolori dopo sciata
Discese innevate, panorami mozzafiato, l’aria fresca e luminosa… La gioia che può dare una giornata in montagna durante la stagione invernale è impagabile per tutti gli amanti dello sci, ma, talvolta, si paga la sera, o il mattino dopo, con fastidi, dolori e gonfiori alle articolazioni, soprattutto di ginocchia e spalle.

Per non rovinarsi le vacanze sulla neve e non dover interrompere anzitempo l’attività sciistica è importante preservare le articolazioni dallo stress di questo sport ad alto impatto.

L’allenamento salva le articolazioni

Per prevenire disagi e anche infortuni più seri, come lesioni e distorsioni, la preparazione fisica è fondamentale. Il tono muscolare e l’elasticità di tendini e legamenti degli arti inferiori e del torso sono i presupposti della ginnastica presciistica, consigliata a tutti coloro che intendono dedicarsi allo sci, che sia per un solo weekend o per un’intera stagione.

Le sollecitazioni e i pesi scaricati sulle articolazioni durante lo sci, soprattutto se si aggiungono a problemi di sovrappeso, sono piuttosto intensi e vengono sopportati meglio se si arriva sulle piste innevate ben allenati e preparati. Se non si vuole frequentare un corso specifico in palestra, almeno si possono eseguire a casa con costanza gli esercizi base, cercando in rete tutorial e schede di allenamento.

Sempre, prima di cominciare le discese, serve qualche minuto di riscaldamento e stretching. Bisogna imparare poi ad ascoltare il proprio corpo. Quando si è stanchi è meglio levarsi gli sci, perché la fatica accumulata rende meno attenti e reattivi, alzando così il rischio di distrazioni e infortuni.

L’attrezzatura fa la differenza

Scarponi e sci durante l’attività sono prolungamenti del corpo umano. Su di loro si scarica il peso, aiutano a mantenere l’equilibrio e consentono di eseguire i movimenti tecnici in modo corretto. Sempre che, naturalmente, siano adatti a chi li sta indossando. Altrimenti, sono d’ostacolo e possono anche danneggiare le articolazioni, oltre a rendere più faticosa e difficile la discesa.

Gli scarponi, in particolare, devono essere scelti con attenzione rispetto al peso, all’altezza e al livello tecnico dello sciatore, e calibrati sulle misure dell’arco plantare e del collo del piede. Per questo è bene acquistarli in un punto vendita che garantisca il consiglio di personale esperto.

Rinforzare le articolazioni

Oltre all’attività fisica e agli esercizi specifici, un buon modo per rinforzare le articolazioni è fornire all’organismo i nutrienti giusti per mantenerle efficienti e performanti, con integratori alimentari specifici a base di glucosamina cloridrato e condroitin solfato.

Queste due sostanze in particolare contribuiscono, infatti, al corretto funzionamento delle articolazioni. Sono prodotte dall’organismo e sono costituenti importanti della cartilagine e di altri tessuti.

La linea CartiJoint associa proprio a glucosamina cloridrato e condroitin solfato altri componenti in una serie di integratori per le articolazioni specifici per mantenere la funzionalità di cartilagini (CartiJoint e CartiJoint FORTE), tendini (TendiJoint e TendiJoint FORTE), ossa, muscoli e cartilagini (CartiJoint D 1000) e per mantenere l’equilibrio del peso corporeo (CartiJoint SLIM), particolarmente importante per la salute articolare.

Health
Products
Website

Scopri tutti i prodotti Fidia e come utilizzarli:
Vai al sito



FARMACOVIGILANZA


Fidia Farmaceutici offre un modulo dedicato alla Farmacovigilanza per la segnalazione tempestiva di eventuali effetti indesiderati. Se sospetti di aver avuto effetti indesiderati durante l'assunzione di uno dei nostri prodotti o ne hai riscontrato dei difetti
CLICCA QUI

Aree Strategiche

L'impegno costante di Fidia è nella ricerca e sviluppo di nuove opportunità, con nuovi prodotti e piattaforme tecnologiche che consolidano la leadership dell'Azienda in aree terapeutiche quali

- la salute articolare
- l'oftalmologia
- la riparazione tissutale
- le neuroscienze
- la medicina estetica